Referendum costituzionale, Bersani avvisa Renzi: modificare l’Italicum

Si riaccende lo scontro politico sul referendum costituzionale, a farlo questa volta è Pier Luigi Bersani. L’ex segretario del Pd avvisa il premier: “non vedo ancora una vera intenzione di cambiare la legge elettorale. Ci sono due mesi e mezzo per rimediare al combinato disposto tra legge elettorale e riforma costituzionale”. Insomma, se non ci sarà una riforma dell’Italicum, Bersani potrebbe aggiungersi ai sostenitori del fronte del No al referendum costituzionale. Dal canto suo, Matteo Renzi, almeno per il momento non sembra essere intenzionato ad aprire una discussione sulla legge elettorale, con gli sforzi che saranno incentrati sulla campagna referendaria. Ma la minoranza dem, continua ad avere dei forti dubbi, lo stesso Roberto Speranza che ha presentato il Mattarellum 2.0, ha dichiarato che senza modifiche alla legge elettorale per riequilibrare gli effetti della riforma costituzionale, voterà No al referendum. Referendum costituzionale, Bersani avvisa Renzi: modificare l’Italicum La legge elettorale potrebbe creare delle spaccature anche nella stessa maggioranza del Partito democratico, dopo Dario Franceschini, anche Andrea Orlando nelle ultime settimane ha fatto sapere che per garantire la governabilità sarebbe opportuno inserire “una norma che eviti il doppio turno”. Sulla vicenda referendum costituzionale è intervenuta anche la deputata del Pd Sandra Zampa, che... View Article