Sondaggio Demopolis referendum, è testa a testa. Decisivi gli indecisi

L’elettorato italiano è spaccato in due sul referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre. A rilevarlo è il nuovo sondaggio dell’Istituto Demopolis per Otto e Mezzo, secondo cui i “No” sarebbero avanti rispetto ai “Sì” di un solo punto percentuale (50,5-49,5%) pienamente all’interno del margine di errore del 3,3%. Ago della bilancia della consultazione, quindi, saranno quei 3 elettori su 10 che ancora oggi si dicono indecisi su come votare a inizio dicembre. Sul sorpasso dei contrari alla riforma costituzionale, pesa soprattutto “l’errore” da parte del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, di aver personalizzato la consultazione annunciando che si dimetterà in caso di vittoria del “No” al referendum di dicembre. Lo ha ammesso nel fine settimana anche l’ex Capo dello Stato e grande sostenitore della riforma, Giorgio Napolitano: “sono stati commessi degli errori e la campagna è partita male perché l’impostazione precedente è durata per un periodo troppo lungo e ha facilitato chi diceva, fregandosene della riforma, che bisognava votare contro Renzi”. Se prendiamo in considerazione il trend dei favorevoli alla riforma da inizio anno ad oggi, notiamo come questo sia in preoccupante caduta per il premier. Tra gennaio e maggio i “Sì” sono scesi di ben 7 punti percentuali fino ad... View Article