Comunali Roma e Torino, il M5S assorbe il voto di tutti gli esclusi al ballottaggio, trionfa tra i giovani

Comunali Roma e Torino, il M5S assorbe il voto di tutti gli esclusi al ballottaggio, trionfa tra i giovani Della vittoria del Movimento 5 Stelle alle comunali si sta ampiamente parlando. Ma tecnicamente come è stato possibile raggiungere il 67% a Roma e soprattutto il 54% a Torino partendo da 11 punti di svantaggio? Il segreto è stato riuscire in quello che normalmente alle coalizioni tradizionali è sempre riuscito poco. Ovvero intercettare il voto dei tanti elettori che al primo turno avevano votato partiti e candidati che non hanno poi avuto accesso al ballottaggio. Tradizionalmente era difficilissimo portare un elettore di destra a votare a sinistra e viceversa, e del resto poche volte accadeva che un ballottaggio non fosse tra le due principali coalizioni. Ma con il Movimento 5 Stelle a quanto pare è diverso, viene percepito come diverso, come neutro, come una forza che si può votare per sconfiggere il nemico tradizionale, in questo caso il PD e il governo Renzi. Per gli elettori di centrodestra, ma anche di sinistra radicale o di liste civiche, non ci sono moltissimi dubbi: il M5S è meglio del centrosinistra. Comunali Roma e Torino: solo il 57-58% degli elettori di Raggi e Appendino... View Article