•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 9 ottobre, 2016

articolo scritto da:

Renzi all’Arena: “Non vengo per campagna Sì al referendum costituzionale”

renzi, referendum

Renzi all’ Arena:”non vengo a fare campagna per il si”

Il premier Matteo Renzi continua la sua campagna referendaria per il si, nonostante affermi in diretta – all’ Arena di Massimo Giletti – che “non è lì per questo”. Intervista senza patemi per il segretario PD che monopolizza la scena, facilitato dalla pacatezza del conduttore.

Renzi all’ Arena: fuori gli ospiti, da Castamagna a Gasparri.

Nessun ospite della puntata ha potuto confrontarsi direttamente con il premier. Tra i presenti, Luisella Castamagna (del Fatto Quotidiano), Maurizio GasparriPina Picierno. Il conduttore del programma, Massimo Giletti, si è incaricato personalmente di intervistare il leader democratico. Nessun accenno, durante l’ intervista, al ricorso di M5S e SI per l’ illegittimità della domanda referendaria.

Renzi: “questa riforma è un inizio”

Il presidente sembra a suo agio nell’ Arena di Giletti che, distintamente dall’ intervistato, sembra molto più impacciato e poco incisivo. L’ intero incontro è dedicato al referendum, nonostante Matteo Renzi assicuri: “non sono qui per fare campagna per il sì, ma per dire le cose come stanno”. Il discorso si centra sulla possibilità di far risparmiare icittadini e scaricare una parte dei costi istituzionali dalle casse statali. Il primo ministro afferma di venire da una famiglia umile, e che ogni “mille lire risparmiate sono mille lire guadagnate”. Nessun accenno, da parte di Giletti, alle note controversie giudiziarie dell’ impresa di famiglia. Il premier ha assicurato che questa riforma costituzionale non è altro che un inizio, e che questa sia necessaria per tornare a crescere, ben più del +1% previsto per il 2017.

Renzi: “sbagliato personalizzare il referendum, ma fu per principio di buon senso”

Giletti prova a mettere in difficoltà il segretario del PD, chiedendo se la scelta di personalizzare il referendum non fosse stata azzardata. L’ ospite conferma che è stato un errore. Ciò nonostante, poco dopo (verso la fine della prima parte dell’ intervista) ha affermato che la personalizzazione del referendum “fu per principio di buon senso“. Se il cittadino votasse per una questione di antipatia o simpatia verso la persona di Renzi – ha spiegato il premier – verrebbe meno l’ essenza della riforma che si centra nella sburocratizzazione delle istituzioni, nell’ abolizione delle province e il superamento del bicameralismo perfetto. Giletti perde l’ occasione per chiedere delucidazioni sulla richiesta di illegittimità della domanda, avanzata da M5S e SI.

renzi, referendum

Renzi: “se vince il ‘No’, non cambia nulla”

Alla domanda di Giletti a cosa cambierebbe in caso di vittoria del ‘No’,  il segretario Dem afferma languidamente che “non cambierebbe nulla”: si manterrebbe inalterato l’ attuale status quo e che sarebbe praticamente impossibile proporre, nel breve periodo, un ridimensionamento dei costi della politica, delle istituzioni, una riduzione del numero dei parlamentari e una ottimizzazione nella distribuzione delle risorse statali. Glissa sull’ eventuale crisi di governo che si potrebbe aprire in caso di vittoria del ‘no’. Direttamente collegato ad esso, è il tema della spaccatura con la minoranza dem – capitanata da Bersani – che spingerebbe per il “gran rifiuto” alla riforma costituzionale. La risposta di Renzi è che “Bersani ha votato per tre volte si alla riforma, dopo essere passata per varie università, tra le due camere del parlamento a più riprese”. Anche in questo caso Giletti evita qualsiasi riferimento alla legge elettorale dell’ Italicum, il gran pomo della discordia tra bersaniani e renziani

renzi, referendum

Giletti rinunciatario. Incontro senza difficoltà per Matteo Renzi

L’ intervista nell’ Arena di Giletti è risultata una chiacchierata informale in cui non è stato possibile segnalare nessuna domanda incisiva e ficcante da parte del suo anfitrione, che lascia gestire il “timing” dell’ intervista al suo ospite. Nonostante Renzi abbia dichiarato di essere andato all’ Arena senza intenzione di fare campagna elettorale, ma informare sui contenuti del referenudm, avrebbe potuto cercare un dibattito anche con i suoi oppositori, affinchè venissero mostrate entrambe le prospettive. Renzi continua la sua campagna per il ‘Sì’, offrendo una prestazione mediatica importante, facilitato dall’ assenza di una qualsivoglia opposizione e da un Giletti sottotono.

Condividi su

Pubblicità

La domanda del giorno

Presidenziali Usa 2016: Secondo voi chi ha vinto il secondo dibattito andato in scena ieri sera?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Rifiuti e raccolta differenziata: clicca sui bidoni e fai il quiz!

Quiz Rifiuti

Termometro delle Voluttà

#Cucchi: una perizia d'altri tempi

#Cucchi: una perizia d'altri tempi

articolo scritto da:

37 comments
Andrea Mariuzzo
Andrea Mariuzzo

oddio, il fatto che non gli abbiano fatto fare il dibattito con gasparri è quasi uno sgarbo...

Giancarlo De Luca
Giancarlo De Luca

E che è venuto a fare da Giletti? Forse a promuovere il nuovo set di padelle donate da verdini!!

Umberto Hvalic
Umberto Hvalic

date a questo mentecatto gli ultimi spiccioli di visibilita'!

Giorgio Tosi
Giorgio Tosi

basta con questo soggetto......ormai pietoso

Rosa Verde
Rosa Verde

troppo facile e troppo in ritardo dire: ho sbagliato, Ti facciamo vedere i sorci verdi, stai sereno

Nicoletta Giammanco
Nicoletta Giammanco

É andato pur a La 7,notoriamente antirenziana,a tener testa a Zagrebelski e Travaglio....,se non c'è stato confronto,é perché le modalità della trasmissione in casi come questo non lo prevedono.

Gianni Corda
Gianni Corda

Vuole il monologo .Solo per questo voto NO.Come si fa a credere ad uno che ha fatto l'opposto di quello che ha detto.

Marcello Trudu
Marcello Trudu

Nunzio... sonore scoppole? La scoppola la ha nel cervello chi vota si e il PD.

Leonardo Dino Salvo
Leonardo Dino Salvo

Gasparri chi il senatore? ... Strano che un senatore e' per il no, non sarà che ha paura di perdere la poltrona? Aiutate questi parassiti a mantenere il loro posto ....ma come si fa a non capire queste cose!! Magari un confronto Renzi - Gasparri, a quest'ultimo,l'ignorante per eccellenza,gli occhi uscirebbero del tutto dalle orbite !

Gianni Bocelli
Gianni Bocelli

È sempre in tv. .in continuazione..ma l'osservatorio di ..non ricordo dove ,il quale puntualmente segnalava il tempo dei vari partiti in tv,dove è finito?

Luca Lodi
Luca Lodi

"Nnnnnnnnnnnn......mai più le melanzane.........nnnnnnnnnnnnnnnnn"

Anna Tozzi
Anna Tozzi

come credere ad un uomo che non mantiene la sua parola.

Vito Casale
Vito Casale

Che errore personalizzare! Altrimenti il si vinceva comodo col 60%

Vito Casale
Vito Casale

È' assurdo a parte soliti tifosi del odio, se chiedi agli italiani se sono dM accordo sui contenuti la stra maggioranza anche 75% dice sì. Poi una grossa fetta vota no solo per odio e tifo. Povera Italia veramente ma come stiamo messi??

Matteo Raffo
Matteo Raffo

Si errore gravissimo, forse irrecuperabile

Leana Ranzi
Leana Ranzi

Vito Casale si vota no perché fa schifo

Vito Casale
Vito Casale

No molti votano no solo per odio verso il governo dati alla mano.

Dario Boncompagni
Dario Boncompagni

Solo sapere che Costamagna e Gasparri votano x il NO dovrebbe far riflettere...

Matteo Raffo
Matteo Raffo

All'inizio erano a favore, poi il loro capo non ha digerito l'elezione di Mattarella a presidente della repubblica ed è saltato il patto sulla riforma, altrimenti questo referendum non ci sarebbe stato.

Fe Fabrilo
Fe Fabrilo

Che se anche i minchioni hanno capito che è una cagata di riforma... ci puoi arrivare pure tu

Nunzio Guzzo
Nunzio Guzzo

Dopo aver dato delle sonore scoppole all'esagitato Travaglio e al parruccone Zagrebelsky, perché fare il dibattito con delle scartine come Gasparri o la Costamagna?

Rosa Verde
Rosa Verde

ah si, ha dato delle sonore scoppole a Travaglio e a Zagrebelsky? E' un tuo sogno o hai male interpretato il dibattito? Ci vedremo il 4 ottobre e i sogno possono anche diventare incubi

Stefano Hd Piras
Stefano Hd Piras

Nunzio ti informo che il campionato italiano di calcio oggi riposava

Yuri Maccario Napolitano
Yuri Maccario Napolitano

a Travaglio l' ha bastonato proprio, poi dite ciò che vi pare, ma il buon Travaglio manco la costituzione sapeva.

Fe Fabrilo
Fe Fabrilo

Ma ti droghi o sei proprio così di natura??

Alberto Zorzi
Alberto Zorzi

Ma dove? A me pare che abbia proposto tutte le critiche del fronte per il no.

Strazzulla Giuseppe
Strazzulla Giuseppe

Infatti secondo i tuo pensiero può sproloquiare senza contraddittorio